Cambiali finanziarie

La Legge di Conversione del Decreto Rilancio 77/2020 apre alle banche italiane la possibilità di emettere Cambiali Finanziarie Bancarie come strumento di raccolta ordinario a breve termine.

Principali caratteristiche delle CFB:

  • titoli di credito di diritto italiano emessi in serie
  • scadenza tra 1 mese e 36 mesi dalla data di emissione
  • possono essere emesse anche in forma dematerializzata
  • sono equiparate alle cambiali ordinarie per ogni effetto di legge.
  • Certi requisiti richiesti dalla normativa (sponsor, retention, investitori istituzionali, certificazione ultimo bilancio) possono essere derogati nel caso di CFB emesse da banche.

È stata ottenuta la certificazione «STEP Label», che attesta il rispetto dei criteri e requisiti nella documentazione della STEP Market Convention, per CFB con durata inferiore ad un anno.

 

Documentazione legale

 

Un Programma di CFB presenta la seguente architettura documentale:

  • Information Memorandum, documento informativo che, oltre alle informazioni relative all’emittente, ivi incluse informazioni dettagliate per quanto concerne p.e. le «litigations», l’AML, i fattori di rischio, e al titolo emesso, contiene il regolamento delle CFB.
  • Dealer Agreement, contratto che regola i rapporti tra la Banca, l’arranger ed eventuali dealers.
  • Agency Agreement, contratto che regola i rapporti tra la Banca e l’agente per l’emissione dei titoli ed i servizi di pagamento ad essi consessi.
  • Contractual Terms, documento predisposto in occasione della specifica emissione che contiene le caratteristiche finanziarie dei titoli.
  • Subscription Agreement, documento predisposto in occasione della specifica emissione che contiene conferma della sottoscrizione dei titoli da parte dei relativi investitori.