Cookie Policy




de    it
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.



Aggiorna ora






ISI-banking





ISI-business





ISI-public





WebPOS





News

24 giugno 2016

Circa 2 Minuti di lettura.

Cassa di Risparmio: raggiunto e sottoscritto importante accordo aziendale



La Cassa di Risparmio di Bolzano e la totalità delle Organizzazioni sindacali aziendalmente presenti hanno raggiunto e sottoscritto un importante accordo aziendale.



Il Gruppo Cassa di Risparmio dal 2015 ha avviato un ambizioso percorso di cambiamento e rafforzamento della struttura patrimoniale e finanziaria per il raggiungimento di obiettivi di redditività, produttività e competitività; percorso necessario per rispondere alle sfide del mercato e alla nuova situazione regolamentare.

Nella giornata del 23 giugno tra l’Azienda e le Organizzazioni Sindacali sono stati firmati gli accordi relativi al nuovo Contratto Integrativo di secondo livello ed alle giornate di solidarietà.

“Nonostante le posizioni inizialmente molto distanti, nei mesi di intenso lavoro tra azienda e rappresentanti sindacali i lavori si sono svolti in un clima collaborativo e costruttivo, alla ricerca di un equilibrio che permettesse di ottenere i risparmi necessari dando la giusta attenzione alle esigenze delle persone. L’accordo costituisce, infatti, un importante tassello e un rilevante pilastro, per affrontare con successo il futuro, in veloce evoluzione e caratterizzato da importanti sfide competitive, dando rilevante incisività alla più importante realtà bancaria nella nostra regione.

C’è grande soddisfazione”– commenta l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Nicola Calabrò: “I punti principali dell’importante e innovativo accordo sono tra l’altro i seguenti: aumento della flessibilità e della mobilità professionale, risparmi sia di natura strutturale, sia di natura straordinaria. L’accordo introduce un articolato sistema di misure a supporto dei collaboratori e delle loro famiglie, con l’individuazione di innovativi strumenti di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Importante l’impatto economico derivante dall’’accordo sulla solidarietà, che prevede periodi di astensione dal lavoro, coperti parzialmente dal fondo dei bancari e che avrà una durata di 24 mesi. La dirigenza della banca, i membri del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi di risparmio con un taglio delle retribuzioni e dei compensi.”

“Grande importanza ed innovazione nell’accordo riveste la disciplina del welfare aziendale”, spiega il Responsabile della Direzione Operations, Diego Russo, “mettendo al centro le famiglie, tenendo quindi conto, tra l’altro, dei dipendenti con figli, dei portatori di handicap e delle pari opportunità. Molta attenzione dedicata anche alle varie forme di part time. Proprio in tal contesto è stato introdotto, per la prima volta in Cassa di Risparmio, l’accompagnamento generazionale che permette agli over 60 vicini alla pensione di ottenere il part time. E’ comunque molto importante aver intrapreso un cambiamento allineando il Contratto Integrativo alle nuove necessità ed esigenze delle persone in una società in evoluzione.”

(didascalia):

Nella foto da sx. il Capo Servizio Personale Sonia Albano, il Responsabile della Direzione Operations Diego Russo, l’Amministratore Delegato e Direttore Generale Nicola Calabrò con i rappresentanti sindacali Christian Trafoier, Leopoldo Cardillo, Andrea Stivaletta, Ilina Rosanelli, Alessandro De Salvo e Stefano Magini.