Cookie Policy




de    it
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.



Aggiorna ora






ISI-banking





ISI-business





ISI-public





WebPOS





News

02 febbraio 2017

Circa 2 Minuti di lettura.

40.000 euro donati – un importante aiuto alle persone bisognose in Etiopia





L’azione di beneficenza, promossa dalla Cassa di Risparmio di Bolzano e dai Medici dell’Alto Adige per il Mondo per fornire un aiuto concreto alle persone bisognose in Etiopia, si è conclusa con grande successo. Seguendo il motto “Aiutaci ad aiutare”, i clienti della Cassa di Risparmio hanno avuto la possibilità di devolvere in beneficenza 1 euro a ogni prelievo presso gli sportelli Bancomat della Cassa di Risparmio. In questo modo, in solo due mesi, è stato possibile raccogliere la somma di 32.666 euro. A partire da questa somma la Cassa di Risparmio ha deciso di arrotondare l´importo a 40.000 euro.

“Abbiamo aderito molto volentieri a questa iniziativa propostaci dai Medici dell’Alto Adige per il Mondo, partecipando e fornendo il nostro sostegno a questo progetto che consiste in un aiuto concreto direttamente in loco” commenta soddisfatto il Presidente della Cassa di Risparmio Gerhard Brandstätter.

L`Amministratore Delegato nonché Direttore Generale Nicola Calabrò aggiunge: “Qualche mese fa abbiamo deciso di sostenere questa iniziativa dei Medici dell’Alto Adige; la possibilità di versare un euro durante un prelevamento bancomat è sicuramente il modo più semplice per effettuare una piccola donazione ed abbiamo creduto nella possibilità di poter stimolare in questo modo la sensibilità dei nostri clienti. In circa 2 mesi sono stati devoluti mediamente ca. 550 euro al giorno. Il risultato dimostra la grande attenzione che la nostra clientela ha voluto riservare a questa campagna.”

Un grazie alla Cassa di Risparmio e ai suoi clienti per la sensibilità dimostrata e per la spontanea adesione è stato espresso dal Presidente dei Medici dell’Alto Adige per il Mondo, Toni Pizzecco : “Un Grazie di cuore, perché con questo sostegno possiamo supportare l’ospedale etiope di Attat che, in un raggio di 100 km, costituisce il presidio sanitario principale per un milione di abitanti, tra cui anche gravidanze a rischio e bambini gravemente malnutriti ”. Grazie ai fondi raccolti, i Medici dell’Alto Adige per il Mondo intendono ora realizzare il progetto di risanamento dei reparti di degenza dell’ospedale.

Didascalia:

Nella foto da sx. a dx. Il Presidente dei Medici dell’Alto Adige per il Mondo, Toni Pizzecco, la Responsabile Project Management dei Medici dell’Alto Adige per il Mondo, Monika Gross, la Direttrice die Medici dell’Alto Adige per il Mondo, Gabriele Janssen, il Presidente della Cassa di Risparmio Gerhard Brandstätter e l`Amministratore Delegato nonché Direttore Generale Nicola Calabrò.