Cookie Policy




de    it
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.



Aggiorna ora






ISI-banking





ISI-business





ISI-public





WebPOS





News

26 luglio 2017

Circa 2 Minuti di lettura.

Azioni Cassa di Risparmio: risposta al CTCU





In riferimento alle comunicazioni diffuse in data 14 luglio 2017 dal CTCU, la Cassa di Risparmio ritiene utile fare alcune precisazioni al riguardo.

Nicola Calabró , Amministratore Delegato e Direttore Generale dichiara:

“Valuteremo nel dettaglio l’iniziativa del CTCU. Abbiamo già esaminato nel passato la questione e sulla base degli elementi rilevati finora è emersa una condotta della banca rispettosa delle normative. A questo proposito è importante ricordare la decisione dell’Ombudsman Bancario che il 30 aprile 2015 si era già espresso sull’argomento considerando non accoglibile il reclamo di un cliente a proposito dell’investimento in azioni fatto in occasione dell’aumento di capitale del 2012. Confidiamo nel fatto che queste iniziative da parte del CTCU non possano generare nei sottoscrittori aspettative errate e che non servano ad alimentare inutili spese legali.

 Più in generale un investimento azionario implica di per sé che il corso dell´azione possa essere sottoposta ad un’estrema volatilità che può derivare da situazioni generali di mercato oltre che dall´andamento economico della specifica azienda alla quale l´azione si riferisce. Relativamente al prezzo dell’azione, come noto i titoli azionari del settore bancario hanno avuto generalmente una dinamica negativa a causa degli effetti della crisi economica. Negli ultimi 10 anni l’indice dei titoli delle banche quotate ha perso mediamente il 70% ca. del valore.

Non appare pertanto corretto presentare le variazioni di prezzo dell’azione della Cassa di Risparmio come frutto di una situazione particolare della singola banca.

Il Presidente Gerhard Brandstätter :

“Abbiamo profondo rispetto per i nostri azionisti e confidiamo di poter in futuro dare a questi le soddisfazioni che meritano.

In particolare il 2017 sarà per la nostra banca un anno in cui esprimeremo risultati molto positivi e siamo confidenti che il buon andamento possa in futuro alimentare ancora maggior fiducia negli azionisti. Il 24 luglio presenteremo i dati della semestrale che daranno una chiara rappresentazione di una banca in crescita, solida e redditizia.”