Cookie Policy




de    it
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.



Aggiorna ora






ISI-banking





ISI-business





ISI-public





WebPOS





News

13 maggio 2015

Circa 4 Minuti di lettura.

Cassa di Risparmio: gli Azionisti approvano bilancio 2014 La Fondazione interviene effettuando un primo versamento in acconto sull’aumento di capitale per 120 mio. di euro



Nell’ambito dell’odierna Assemblea dei Soci, svoltasi presso l’Auditorium a Bolzano, gli azionisti della Cassa di Risparmio di Bolzano hanno approvato il bilancio per l’esercizio 2014. Eletto nuovi Consiglieri di Amministrazione e membri del Collegio Sindacale e approvato alcune modifiche statutarie.



Nel corso dell’odierna Assemblea dei Soci della Cassa di Risparmio, tenutasi presso l’Auditorium di Bolzano e alla quale hanno partecipato oltre 700 azionisti, è stato presentato e approvato il bilancio per l’esercizio 2014.

L’Assemblea ha avuto come oggetto principale, l’approvazione del bilancio 2014, il cui progetto era stato deliberato dal Consiglio di Amministrazione della banca. Come già comunicato precedentemente il bilancio 2014 registra una perdita di 231 mio. di euro, con un risultato condizionato dagli accantonamenti effettuati per oltre 340 mio. di euro per fare fronte ai rischi su crediti e raggiungere adeguati livelli di copertura degli stessi.

Oltre all’approvazione dei conti 2014, sono state approvate alcune modifiche statutarie riguardanti l’introduzione della figura di Amministratore Delegato, che sarà ricoperta da Nicola Calabrò (che conserverà anche l’incarico di Direttore Generale), e il conferimento di una delega al Consiglio di Amministrazione per la realizzazione dell’operazione di aumento di capitale. Quest’ultima delega diventerà effettiva dopo l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni da parte dell’organo di vigilanza bancaria.

L’assemblea ha anche approvato le Politiche di Remunerazione 2015, che prevedono, fra l’altro, che per l’anno in corso non siano corrisposte remunerazioni su base variabile al personale apicale, agli amministratori e alle altre posizioni cosiddette rilevanti. Nel caso in cui la Banca raggiunga nel 2015 risultati economici positivi sopra un determinato livello, potrà invece essere erogato esclusivamente il premio di produzione riservato al personale non manageriale.
In occasione dell’odierna Assemblea dei Soci sono stati eletti Sieglinde Fink
e Klaus Vanzi
quali nuovi Consiglieri di Amministrazione, in sostituzione dei dimissionari Heinrich Dorfer e Andreas Sanoner.

In seguito alle dimissioni dei membri del Collegio Sindacale Claudio Andreatta e Dieter Schramm, ai quali è subentrato il sindaco supplente Massimo Biasin
, l‘Assemblea ha confermato quest’ultimo e nominato Walter Schweigkofler
come ulteriore sindaco.

Inoltre, l’Assemblea ha nominato Armin Knolleisen
e Carlo Palazzi
come sindaci supplenti, in sostituzione die Massimo Biasin e della dimissionaria Margit Crazzolara.

L’Assemblea di approvazione del bilancio è il momento più importante di confronto fra gli Azionisti e i vertici aziendali. L’approvazione dei conti 2014 è sicuramente un passaggio che lascia il segno, e la nostra Banca vuole però, con questo atto, girare pagina e guardare avanti. Il Consiglio di Amministrazione ha effettuato nel suo primo anno dall’insediamento un importante lavoro avente l’obiettivo di dotare la Banca di adeguate coperture sui rischi di credito. Gli accantonamenti effettuati per raggiungere questo scopo hanno influenzato pesantemente i risultati dell’esercizio, ma pongono le basi per guardare al futuro con maggiore fiducia. L’Assemblea ha anche approvato la delega conferita al Consiglio di Amministrazione per avviare il percorso di aumento di capitale che potrà essere realizzato presumibilmente nel secondo semestre 2015 dopo aver ottenuto le necessarie autorizzazioni da parte degli organi di vigilanza,”
dichiarano il Presidente Gerhard Brandstätter
e il Vice-Presidente Carlo Costa
,

i quali aggiungono:
“In data odierna la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, dopo aver ricevuto la formale autorizzazione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha eseguito un primo versamento di 120 mio. di euro che rappresenta un acconto dell’operazione di aumento di capitale per la quale la Fondazione ha deliberato di voler partecipare per un importo fino alla concorrenza massima di 200 mio di euro. Questo primo versamento ha un doppio valore: testimonia l’impegno tempestivo della Fondazione nel voler fare subito la propria parte e dare un primo contributo al rafforzamento, e consente di ripristinare gli indicatori patrimoniali che erano stati erosi dal risultato economico 2014. È un segnale forte per dare anche tranquillità agli altri Azionisti,“
sottolineano il Presidente Brandstätter e il Vice-Presidente Costa.

„Siamo pronti a ripartire; abbiamo le coperture sui crediti che hanno raggiunto i livelli delle banche più virtuose del panorama creditizio italiano. Stiamo affinando il nuovo piano industriale che verrà presentato entro i prossimi due mesi. La Banca ha comunque già attivato nel primo trimestre 2015 alcune nuove iniziative commerciali e in particolare si registrano ottimi risultati nel risparmio gestito che consolidano e superano le già buone performance dell’anno precedente in questo specifico comparto. Stiamo lavorando per snellire le strutture centrali e renderle più efficienti. La “nuova” Cassa di Risparmio che abbiamo in mente sarà una banca più moderna e attenta alle esigenze del cliente. Il percorso di rinnovamento sarà una sfida impegnativa, ma contiamo di realizzarla per far tornare al più presto la Banca a esprimere una redditività con risultati sostenibili anche a medio lungo termine,”
dichiara il Direttore Generale Nicola Calabrò
.

Cassa di Risparmio – Principali dati 2014 in breve

Dati patrimoniali

31.12.2014

31.12.2013

Impieghi lordi 1)

€ mrd

6,49

6,65

Impieghi complessivi netti

€ mrd

5,91

6,52

Raccolta diretta 2)

€ mrd

6,66

6,51

Raccolta indiretta 3)

€ mrd

2,37

2,29

Dati economici

31.12.2014

31.12.2013

Margine di contribuzione lordo

€ mio

222,1

235,9

Costi operativi 4)

€ mio

(155,7)

(160,1)

Copertura rischi crediti

€ mio

(343,7)

(123,6)

Risultato netto

€ mio

(231,1)

(37,8)

Indici

31.12.2014

31.12.2013

Cost/Income Ratio (CIR) 5)

70%

68%

Copertura sofferenze

61%

55%

Copertura incagli

24%

16%

Copertura deteriorati

43%

32%

1) al netto del contratto di tesoreria con la Provincia Autonoma di Bolzano

2) al netto della raccolta da clientela istituzionale

3) al netto delle azioni della Banca in deposito

4) costi determinati al netto dell’accantonamento al fondo esuberi (23,5 milioni di euro) in quanto posta una-tantum

5) coefficiente determinato al netto dell’accantonamento al fondo esuberi (23,5 milioni di euro) in quanto posta una-tantum