Cookie Policy




de    it
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.



Aggiorna ora






ISI-banking





ISI-business





ISI-public





WebPOS





News

13 febbraio 2015

Circa 2 Minuti di lettura.

Cassa di Risparmio: nuovo modello distributivo e nomina di nove Capi Area



La Cassa di Risparmio di Bolzano ha compiuto un ulteriore importante passo nella realizzazione del Piano strategico 2015-18. Il Consiglio di Amministrazione della Banca ha nominato i responsabili delle nove aree, in cui è stato suddiviso il territorio di riferimento della Banca.



“Con il nuovo modello distributivo vogliamo rafforzare l’avvicinamento alla clientela e velocizzare i processi decisionali: più efficienza grazie a una struttura più snella. In futuro il Capo Area rappresenta l’anello di congiunzione tra la Direzione e i responsabili di filiale”,
spiegano il Presidente Gerhard Brandstätter
e il Vice-Presidente Carlo Costa.

Il Consiglio di Amministrazione della Banca ha nominato i nuovi Capi Area che sono responsabili delle nove aree, in cui è stato suddiviso il territorio di riferimento della Banca, e che assumono importanti compiti di guida e di coordinamento.

La provincia di Bolzano, quale territorio principale di riferimento, è stata suddivisa in cinque aree: Pusteria con Klaus Oberhollenzer
, Isarco con Alexander Schrott
, Merano-Val Venosta con Joachim Mair
, Bolzano con Paul Harich
e Oltradige/Bassa Atesina con Christian Delvai
.

Per le due province contigue sono state costituite l’area di Trento con Stefano Broll
e quella di Belluno con Giuliano Talò
.

Infine, sono state create le due aree Nord-Ovest (Verona-Lago di Garda) con Mauro Danuso
e Nord-Est (provincia di Treviso, Padova, Vicenza) con Mirco Magnanini
.

“Intendiamo focalizzare la nostra rete sulle attività commerciali e rafforzare il presidio del territorio. Per tale motivo, nel Piano strategico abbiamo previsto la revisione del modello organizzativo e della struttura di governo della rete. Pertanto, al posto delle tre Regioni (Nord, Centro, Sud) e dei 26 Mercati, in cui era suddivisa la rete commerciale della Banca, sono state definite nove Aree con le relative filiali associate”,
sottolineano il Presidente Brandstätter e Vice-Presidente Costa.

„Mentre i Capi-Area assumeranno importantissimi compiti di guida e di coordinamento, i nostri Direttori di Filiale rivestono un ruolo altrettanto fondamentale. Saranno, infatti, essenziali e determinanti, anche in relazione agli obiettivi che ci siamo posti nel Piano Strategico, perché sono loro che hanno il contatto quotidiano con clienti e azionisti”,
aggiunge il Direttore Generale pro tempore Richard Maria Seebacher.