Cookie Policy




de    it
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.



Aggiorna ora






ISI-banking





ISI-business





ISI-public





WebPOS





Eventi

18 Aprile 2019

Circa 2 Minuti di lettura.


Da Bolzano alla “Grande Mela”: tre borse di studio per un anno nella metropoli finanziaria di New York grazie al sostegno di Sparkasse





Grazie al sostegno della Sparkasse, tre studenti tra i più qualificati del corso di laurea in Accounting e Finanza presso la Libera Università di Bolzano trascorreranno un anno nella metropoli finanziaria di New York, presso la Zicklin School of Business. Si tratta di Patrick Lombardo di Merano, Sara Boni di Reggio Emilia e Marek Arndt della Bassa Sassonia. L’iscrizione all’università partner statunitense è resa possibile grazie a tre borse di studio, messe a disposizione dalla Cassa di Risparmio.

Per Sparkasse investire nei giovani è un fattore chiave: come banca vogliamo essere un polo attrattivo per i giovani“, sottolinea Nicola Calabrò, Amministratore Delegato e Direttore Generale Sparkasse, le motivazioni che hanno spinto la banca a sostenere questa nuova proposta di alta formazione e aggiunge: “Oltre alle tre borse di studio, Sparkasse che è partner ufficiale del nuovo corso di laurea, partito nell’autunno scorso, si è impegnata a finanziare un premio di laurea in denaro, da assegnare alla tesi più meritevole.”

Grazie all’accordo internazionale interateneo con la Zicklin School of Business del Baruch College (City University of New York) i nostri studenti più qualificati hanno l’opportunità di trascorrere il secondo anno negli Stati Uniti e di conseguire una doppia laurea: quella italiana e quella americana”, spiega il prof. Massimiliano Bonacchi, Direttore del corso di laurea in Accounting e Finanza.

Siamo entusiasti di poter ampliare i nostri orizzonti, acquisendo nuove esperienze professionali e personali in questa metropoli multiculturale e finanziaria più grande del mondo”, sono convinti i tre studenti: Il Baruch College, infatti, non offre solo un insegnamento di eccellenza ma è molto vicino a Wall Street, il centro finanziario del mondo ed è sede di un’incredibile diversità culturale, con una comunità di studenti e docenti che comprende 160 paesi e oltre 110 lingue diverse.

Nella foto da sinistra: Massimiliano Bonacchi, Patrick Lombardo, Sara Boni, Marek Arndt e Nicola Calabrò.