Cookie Policy




de    it
Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.



Aggiorna ora






ISI-banking





ISI-business





ISI-public





WebPOS





News

22 gennaio 2015

Circa 1 Minuto di Lettura

Il servizio tesoreria rimane a Bolzano



Il servizio tesoreria per la Provincia Autonoma di Bolzano e per tutti gli enti nonché società collegate rimane a Bolzano. Il Presidente della Provincia Arno Kompatscher
e il Presidente della Cassa di Risparmio di Bolzano, Gerhard Brandstätter,
munito di delega da parte delle altre tre banche locali (Banca Popolare, Cassa Centrale Raiffeisen, Banca di Trento e Bolzano), hanno recentemente sottoscritto il relativo accordo.



“Le quattro banche si sono accordate per presentare un’offerta in comune concorrenziale nell’interesse della Provincia”, dichiara il Presidente della Provincia Arno Kompatscher,
soddisfatto che la sede della tesoreria rimanga a Bolzano anche per i prossimi cinque anni. “Non è scontato e non succede tutti i giorni che tutte le banche locali siano disposte a svolgere il servizio in comune e che si raggiunga un’intesa soddisfacente per tutte le parti coinvolte. Di questo ne beneficia il nostro territorio”, come sottolinea il Presidente Gerhard Brandstätter
, in qualità di rappresentate della banca capofila e munito della delega delle altre tre banche locali Banca Popolare, Cassa Centrale Raiffeisen, Banca di Trento e Bolzano. Il servizio di tesoreria viene svolto non solo per la Provincia Autonoma di Bolzano, ma anche per tutti gli enti collegati. Questi sono i Musei provinciali, l’Agenzia provinciale per l’ambiente, l’Agenzia per i contratti pubblici, l’Azienda Provinciale Foreste e Demanio, la RAS-Radiotelevisione Azienda Speciale, l’Azienda speciale Protezione antincendi e civile, il Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg, le Biblioteche provinciali, italiana e tedesca, l’Istituto promozione lavoratori e il Consiglio provinciale.